giovedì 20 gennaio 2011

E se la neve fosse magica?

Vorrei che la neve si trasformasse magicamente in ciò che vogliamo. Se fosse possible, allora ogni volta che nevica la genteriverserebbe sulle strade.

Persone che soffrono la fame potrebbero alzare i loro visi verso il cielo ed aprire la bocca desiderando che la neve si trasformi nel cibo.

Chi soffre di solitudinepotrebbe fare un pupazzo di neve, che si trasformerebbe in un amico fedele, che non si scioglierà con i rpimi giorni di primavera e alla vista delle prime difficoltà.

Potremmo vedere la gente giocare a palle di neve solo per augurare a qualcuno l’esaudirsi dei loro desideri. E la neve fresca alla mattina ci porterebbe un sorriso al pensiero che qualcuno ni notte è stato felice.

La bufera di neve non potrà mai metterci in difficoltà perchè più neve c’è, più grandi sono i desideri che potremmo esaudire. E quando andremo a sciare staremo sciando in tutta la sicurezza e tranquillità.

E saremo tristi con l’arrivo della primavera perchè ci saranno altri sei mesi da aspettare purche un paesaggio magico ci ricorda di esprimere un desiderio con la certezza che si esaudisca.