venerdì 22 novembre 2013

Spariamo banalità- la notte porta consiglio

La notte porta consiglio ... e non condannatemi per questa banalità. Le banalità smettono di essere tali nel momento in cui le comprendiamo appieno. E allora acquisiscono un significato nuovo, ricco di sfumature di vita vissuta.
La notte porta consiglio? A me!

Scrivo molto volentieri e molto di più di notte, quando tutti dormono. Quando la TV dorme e non sento vicini camminare, entrare dalla porta del condominio. Quando Luigi dorme. Tutti fermi.

Ora solo le idee e storie si muovono in mezzo a questo silenzio.
Idee che fluiscono dentro di me sgorgando dalle dita che battono sulla tastiera poco illuminata (diventerò una talpa se non mi prendo la tastiera retroilluminata, per ora vado avanti così),

Solo la luce dello schermo, del foglio bianco che riempio di parole senza senso... forse.

Nemmeno la luna mi interrompe con la sua faccia anemica e curiosa, perchè le tapparelle serrate impediscono intrusioni nemiche. Ecco!

Perchè scrivo di notte? Perchè la notte, nella sua apparente mancanza di vita, porta consiglio.